con il patrocinio de
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday46
mod_vvisit_counterYesterday34
mod_vvisit_counterThis week145
mod_vvisit_counterLast week192
mod_vvisit_counterThis month552
mod_vvisit_counterLast month912
mod_vvisit_counterAll days559114

We have: 9 guests online
Your IP: 54.158.238.108
 , 
Today: Ott 18, 2017


Designed by:

PDF Stampa E-mail

L'Asparago selvatico di Montagna

La pianta detta ASPARAGARA è perennemente verde, ha un fusto gracile, foglie setacee.

Nasce in grande quantità sulle colline e nei boschi che fanno parte dei Colli Tifatini, cintura naturale posta a protezione di Pozzovetere e delle altre borgate che costituiscono lo splendido Quartiere di Casertavecchia.

L'Asparago selvatico di Montagna (asparagus acuifolius) nasce spontaneo ed ha proprietà diuretiche ed aperitive. Si raccoglie dalla fine di Marzo a tutto Maggio.

46ma Fiera dell'Asparago selvatico di Montagna

Nei giorni 29 -30 Aprile e 1° Maggio 2016, puntuale al consueto appuntamento primaverile, si terrà nella Nostra piccola borgata la 44ma edizione della "Fiera dell'Asparago selvatico Montagna".

La settimana che precede la Manifestazione sarà interamente dedicata alla raccolta, alla mondatura ed alla temporanea conservazione del caratteristico "asparago", che nasce spontaneo nelle siepi dei Colli Tifatini che cingono la borgata di Pozzovetere.

Solo a fine settimana, esperte massaie si cimenteranno nella preparazione delle squisite "frittelle" e di tante altre succulenti pietanze che saranno offerte a quanti, visitatori e turisti, ci vorranno onorare della loro presenza.

Nessuna gola resterà "asciutta", perché a tutti sarà data l'opportunità di bagnarsi l'ugola con il genuino vino locale (bianco e rosso), che sarà spillato da apposite botti sistemate in un angolo della piazza. Il tutto arricchito da pane casereccio sfornato in loco appositamente per la manifestazione.

Si potrà combattere la "noia" assistendo ai giochi popolari e agli altri spettacoli folk appositamente organizzati.

Nel ringraziare quantiinterverranno e gli Enti Locali che ci hanno permesso con il loro appoggio di organizzare questa edizione della "nostra" rupestre manifestazione, auguriamo a tutti

BUON DIVERTIMENTO!

La Fiera dell'Asparago selvatico di Montagna

Agli inizi degli anni '70 nasceva a Pozzovetere, piccola frazione del Comune di Caserta, la "Fiera dell'Asparago selvatico di Montagna".

La manifestazione fu ideata dal frate francescano P. Emilio Siniscalchi all'epoca parroco del paese che, forte dell'aiuto del compianto Direttore Didattico Vincenzo Lerro, del Sig. Mataluna Vincenzo, del Sig. Giannini Guido, del Sig. Fiorillo Gennaro e di uno stuolo di studenti che affettuosamente lo circondavano, riuscì in quella "prima edizione" a coinvolgere gli abitanti dell'intera frazione che con molta generosità offrirono prodotti, tempo e lavoro affinché la manifestazione riuscisse nel migliore dei modi.

La Fiera fu, inoltre, opportunamente pubblicizzata da numerosi giornalisti casertani che attraverso le pagine di cronaca de "IL MATTINO" , de "IL TEMPO" e del "ROMA", la fecero conoscere in ambito provinciale e regionale. I risultati ottenuti superarono di gran lunga le prospettive per cui tutti soddisfatti si riproposero di non fare di quella manifestazione un caso isolato.

Da quella prima volta, ogni anno, la Fiera si è riproposta ed ha riscosso un successo sempre maggiore ed una partecipazione di pubblico sempre più massiccia, che arriva ormai in massa anche da fuori regione.

La manifestazione ha assunto addirittura rilievo nazionale e la massima pubblicità grazie alla partecipazione ai programmi televisivi "UNO MATTINA" e "TEST" del 16 Aprile 1997.

Gli anni sono trascorsi numerosi da quel lontano pomeriggio di aprile, ma la "nostra" Fiera vuole mostrarsi a tutti indossando l'abito più bello ed elegantedel suo guardaroba, sotto l'insegna della partecipazione e dell'amicizia.